Schubert e Goethe

Schubert e Goethe tra classicismo e romanticismo,
Armelin Musica, 2000

“ Solo la penna di un grande erudito poteva firmare felicemente un lavoro di tale difficoltà. [...] Toffolo con grande chiarezza e lucidità [...] guida il lettore  attraverso  un  percorso  storico-culturale  decisamente  affascinante. Sono  pagine  da  leggere  e  su  cui  riflettere [...]  la  narrazione  biografica e  l’analisi  tecnico-artistica  permettono  una  piena  comprensione  della vita e dell’opera dei due grandi geni [...] Un libro quindi altamente raccomandabile.”:  Marco  Riboni,  il  Fronimo,  ottobre  2001,  pp.  53-54.

“Un  lavoro  che  si  muove  su  piani diversi e che ha il pregio, non unico, di prestarsi a diversi tipi di lettura e di lettori”, Beppe Bovo, Esodo, n. 4 ottobre- dicembre 2001,  pp. 77 – 79.

“Stefano Toffolo rilegge i capolavori dello scrittore confrontandoli minuziosamente con le composizioni che avevano ispirato il musicista: stimolante     indagine     tra     classicismo     e     romanticismo.”,    Alberto Sinigaglia,  La  Stampa  di  Torino (Tutto  libri),  15  dicembre  2001,  p.10.

“Acute osservazioni si accompagnano ad un’ansia enciclopedica.”: Sandro Cappelletto,  La  Stampa  di Torino (Tutto  libri),  19  gennaio  2002,  p.  11.

“Dagli   anni   Novanta,   questa   rinnovata   fortuna   critica   di   Schubert ha  preso  corpo  soprattutto     nella     pubblicazione     di     volumi     che rispecchiano      una   vitalità   e   un   respiro   spesso   internazionale   come Schubert    e    Goethe    tra    classicismo    e    romanticismo di    Stefano Toffolo”:     Cesare     Fertonani,     Amadeus,     febbraio     2005,     p.     47.

Cfr. il sito: www.armelin.it

Questa voce è stata pubblicata in Opere. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.